Torna alla HomePage
 Vetrine Dove Mangiare Dove Dormire Ascolta la Radio News Eventi Forum Chat Login Logout
La Città
Comune
Amministr.
Storia
Note Geogr.
Numeri Utili

Turismo
La Cattedrale
Visita guidata
Cartolina

Parrocchie

Associazioni
Ass. Vogatori

Emigranti
Gli Illustri
Articoli


Redazione

DIREZIONE:
Sergio Pisani

REDATTORI:
Agostino Picicco - Alessandra Tomarchio - Marianna La Forgia - Angelo Guastadisegni - Diego de Ceglia - Onofrio Altomare

CORRISPONDENTI ESTERI:
SYDNEY (Giuseppe Illuzzi) - NEY YORK (Rocco Stellacci)

STAMPE:
Edizioni Dedalo (Bari)

PROGETTO GRAFICO:
La Piazza di Giovinazzo editrice

GRAFICA PUBBLICITARIA:
Rovescio Grafica (tel. 080.972.28.80)

MARKETING:
Roberto Russo (3475743873)


Menu principale
Home Page
Articoli
invia
archivio
argomenti

Annunci
Album immagini
Invia
Le più viste
Le migliori

Calendario eventi
Aggiungi un evento

Dove Mangiare
Dove Dormire
Forum
+ recenti
+ letti
+ attivi

Fun Games
Iscritti
Siti Partner
Top Membri
Vetrine

La Piazza di Giovinazzo

ARCHIVIO GIORNALE 1

ARCHIVIO GIORNALE 2

Per contatti: lapiazza@giovinazzo.it - TEL. FAX 080.394.78.72



Geo Visitors Map


La fotogallery


Clicca per ingrandire la foto

E-Mail
Nome Casella: 
senza '@giovinazzo.it'
Password:
Attiva nuova casella

 
GIOVINAZZESI FAMOSI NEL MONDO


 Un rapido flash-back di tutti i figli della nostra terra che ci inorgogliscono con la loro opera

Pizza, spaghetti e mafia sono cliché ormai sempre meno frequenti per definire l'immagine degli italiani all'estero che, invece, hanno sempre visto riconosciuta la loro capacità professionale e il loro attaccamento al lavoro. Infatti, nel corso degli anni sono riusciti a costruirsi anche un'immagine di ottimi imprenditori, affermati politici e validi esponenti della cultura.

Dopo Marco Polo e Cristoforo Colombo sono veramente tanti gli italiani che hanno superato le frontiere del nostro paese per cercare avventura e fortuna. E, fra emigranti e oriundi, oggi ci sono quasi 60 milioni di nostri connazionali sparsi nel mondo, più di quelli che vivono in patria. Fanno parte delle tante comunità, agli inizi misere e discriminate, che, nel tempo, si sono affermate conseguendo grandi successi. Una storia fatta di sacrifici e lavoro ma anche d'integrazione e significativi traguardi. Oggi diversi italiani ricoprono posizioni importanti in vari settori. E anche i giovinazzesi non sono da meno.Vediamo alcuni di essi che si sono distinti in modo particolare in questi ultimi anni. Naturalmente chiediamo venia a tutti coloro che non sono menzionati perché non in possesso di notizie.




Frank de Venuto. Nato a Giovinazzo, 72 anni, diplomato al liceo classico "M. Spinelli" consegue a Roma nel 1951 la laurea di Chimica Biologica Organica. Emigra in USA per dedicare la sua vita alla ricerca. Vive attualmente in California ricoprendo il prestigioso incarico di Direttore delle ricerche sul sangue al Letterman Institute di San Francisco. E’ l’inventore del sangue liofilizzato utilizzabile per le trasfusioni. La Federal Drug Amministration (Amministrazione Federale per il controllo dei Farmaci) ha approvato l’utilizzazione per test clinici in numerosi istituti. Numerosi sono gli attestati di onorificenza conferiti dalle istituzione americane per il suo lavoro. La sua scoperta è destinata a rivoluzionare il mondo della biologia. Frank de Venuto, possibile candidato al Nobel per la medicina, è oggi indubbiamente la testimonianza all’estero più alta che ci fa sentire orgogliosi di essere giovinazzesi.

Nick Palmiotto. 66 anni, tre lauree (Ingegneria Meccanica, Industriale, Scienze Amministrative) e una vita dedicata alla ricerca. Da umile operaio della nostra Ferriera, oggi è contitolare in USA di una delle più grandi società di progettazione, sviluppo e produzione di valvole speciali di raffreddamento dei reattori atomici, la Curtisoll-Wright Flow Controll Corporation. Custodisce con vanto le proprie origini giovinazzesi. E’ collaboratore del nostro periodico.

Vincenzo Palumbo. Il Michelangelo giovinazzese importato in Usa. Il "Washington Post" , il National Geographe, il "si sono interessati di questo scultore. Nella cattedrale nazionale di Washington e alla Casa Bianca brillano con orgoglio le sue opere. Per la sua maestria è stato encomiato direttamente dall’ex Presidente Usa Gerard Ford. Si è spento il 22 dicembre del 2000.

Gaetano Piscitelli. Giovinazzese doc ha ricoperto il prestigioso incarico di vice console nello stato di New York.

Vincenzo D’Albis. Partito da Giovinazzo nel ’47 ha trasferito in USA la passione del calcio. E’ stato arbitro della "United States Soccer Association". Ha arbitrato anche partite di calcio internazionali. E’ stato insignito Cavaliere dal Ministro degli Affari Esteri italiano e presidente del Congresso Affari Italo-americani. Si è attivato in prima fila con l’Associazione Arbitri in raccolte di fondi a scopo benefico.

Vito Bavaro. Una vita come emigrante da libro cuore. Da semplice garzone oggi Vito’s Pastry shop è un riferimento in Clissfide per tutti i degustatori di dolciumi italiani. Insignito dal Presidente Scalfaro Cavaliere del Lavoro, ha ricoperto l’incarico di Presidente di calcio della federazione del New Jersey.

Dino Fiorentino. Da semplice pescivendolo a commerciante ittico della grande distribuzione in New York. Partito nel 1961 resta un baluardo di giovinazzesità verace in USA. E’ fondatore insieme ad Antonio Sterlacci, Enzo Cervone, Vincenzo D’Albis, Giosuè Dagostino, Antonio Azzollini, Jimmy Lanzadoro, della Comunità di Maria SS di Corsignano nel New Jersey. Attualmente ricopre l’incarico di Presidente.

Angelo Squeo. Pallavolista giovinazzese. Partito giovanissimo da Giovinazzo ha conseguito due tricolori con la casacca del Bologna. Oggi è organizzatore mondiale nel circuito del beach-volley. E’ stato impegnato organizzazione di Sydney 2000 dove da due edizioni ormai il beach-volley si è consolidato come disciplina olimpica.

Guglielmo Labombarda, giudice penalista della suprema corte argentina

Antonio De Gennaro. Imprenditore nel campo alimentare.

Giuseppe Marino, il re dei tarallucci in Long Island.

Vincenzo Di Natale, volto noto nel mondo dell’ippica.

Rocco Stellacci, pubblicista e corrispondente dall’USA per la rivista italo-americana "l’Idea".

Joe Carbonara, ingegnere giovinazzese ai vertici del colosso elettrico americano Con.Edison.

Larry Leone stilista di alta moda.

Vincenzo Marcotrigiano, fisarmonicista di successo.

Nick De Giglio, direttore della "Standard Products Corp.".

Luigi Giuliano de Anna docente di storia della cultura italiana all’università di Turku in Finlandia.

E poi ancora, Vito De Santis, Enzo Cervone, A.Degennaro, J.Territola,   John. Turturro.