Torna alla HomePage
 Vetrine Dove Mangiare Dove Dormire Ascolta la Radio News Eventi Forum Chat Login Logout
La Città
Comune
Amministr.
Storia
Note Geogr.
Numeri Utili

Turismo
La Cattedrale
Visita guidata
Cartolina

Parrocchie

Associazioni
Ass. Vogatori

Emigranti
Gli Illustri
Articoli


Redazione

DIREZIONE:
Sergio Pisani

REDATTORI:
Porzia Mezzina - Agostino Picicco Alessandra Tomarchio - Marianna La Forgia - Angelo Guastadisegni - Matilde Restaino - Diego de Ceglia Onofrio Altomare

CORRISPONDENTI ESTERI:
Vito Bavaro - Nick Palmiotto - Giuseppe Illuzzi - Rocco Stellacci

STAMPE:
Grafiche del Negro (Trinitapoli)

PROGETTO GRAFICO:
Ass. Amici della Piazza

GRAFICA PUBBLICITARIA:
C. Morese (calizan_morese@libero.it)

MARKETING:
Roberto Russo (3475743873)


Menu principale
Home Page
Articoli
invia
archivio
argomenti

Annunci
Album immagini
Invia
Le più viste
Le migliori

Calendario eventi
Aggiungi un evento

Dove Mangiare
Dove Dormire
Forum
+ recenti
+ letti
+ attivi

Fun Games
Iscritti
Siti Partner
Top Membri
Vetrine

La Piazza di Giovinazzo

ARCHIVIO GIORNALE 1

ARCHIVIO GIORNALE 2

Per contatti: lapiazza@giovinazzo.it - 080.394.63.76



Geo Visitors Map


La fotogallery


Clicca per ingrandire la foto

E-Mail
Nome Casella: 
senza '@giovinazzo.it'
Password:
Attiva nuova casella

 
Amarcord : Film porno ogni giorno
Inviato da FrancescoC il 28/5/2009 8:16:20 (55141 letture)

























Illis temporibus. L'amarcord dei record porta in calce la film del canuto cronista Angelo Guastadisegni. Lui ha vissuto gli splendori delle prime pellicole in bianconero fino all’avvento del cinema porno in paese. Ecco il racconto: come Moana e Cicciolina cambiarono l’habituè dei cinefili.
Fu un lunedì. A metà degli anni ottanta. Il cinema De Venuto aveva già da tempo chiuso i battenti quando il cinema Moderno espose la prima vera locandina hard-core in paese. Apparivano per la prima volta i seni della protagonista in locandina ma non i capezzoli che venivano cancellati da due grandi stelle nere. Sto parlando del cinema porno e il cinema Moderno non era attrezzato ancora per questo nuovo genere.
[CONTINUA]



Tant’ è vero che con Cicciolina, molti saranno i cinema che si trasformeranno in vere sale a luci rosse. Fino ad allora, ci eravamo un po’ trastullati con la commedia sexy all’italiana che riportava sullo schermo l'immaginario erotico collettivo dell'italiano medio. Si presentava al pubblico con il divieto ai minori di 14 o 16 per la sua componente erotica. Tutti guardoni dal buco della serratura delle tette della Fenech. E così – dolci ricordi - a fiume, si alternavano al cinema Moderno e al Devenuto le varie commedie scolastiche (La classe mista, La Liceale nella classe dei ripetenti), quelle militaresche: (La Dottoressa del distretto militare, La Soldatessa alle grandi manovre, L'Infermiera nella corsia dei militari) e quelle delle professioni e delle corna: La Vergine, il toro e il capricorno, L'Onorevole con l'amante sotto il letto, La Poliziotta fa carriera e via dicendo. Ma la voglia di trasgredire allora era tanta che non era solo il cinema la quotidiana offerta della trasgressione. C’era la carta patinata. Playboy si era affacciato in edicola, Playmen aveva messo radici: giornali che avevano pubblicato i primi sessi trascinandosi appresso tutti gli altri. La trasgressione aveva un prezzo. Per leggere quei giornali si faceva prima ad investire in una rasatura dal barbiere. Loro, i barbieri, si guardavano bene dal tener lontano dagli sguardi dei minori Playmen, Playboy, Blitz, Cronaca Vera. Con 500 lire che spendevi nel farti la barba la tua sete di curiosità era appagata. Al barbiere si andava prima come dal salumiere, per salutarlo, con la scusa appunto di farsi la barba e per poi leggersi i giornali scandalistici. Qualche coiffeur che adesso non c’è più si faceva apprezzare non solo per le sapienti forbici del suo titolare ma anche perché sapeva offrire una lettura a 360 gradi ai suoi clienti. Con Rita Renoir cascarono i reggiseni, poi con Ilona Staller entrammo nel cinema a luci rosse. Bisognava andare al cinema Moderno per vedere il Telefono rosso di Cicciolina. Bisognava andare di lunedì. Poi si sommarono l'esperienza di Moana, di Marina Lotar, (la moglie del giornalista Paolo Frajese) e di tantissime altre protagoniste: loro divennero le star del cinema hard e delle sale a luci rosse. Il pubblico del cinema Moderno? Il militare e i giovani che al cinema porno ci andavano a fare gazzarra, il pensionato a ricordare ciò che tanto l'aveva divertito in gioventù, tanti curiosi di media età. E qualche coppia di fidanzatini forestieri che ogni tanto faceva capolino in sala prima di imboccare il parco dell’amore. In quel periodo i cinema a luci rosse sostituivano i cinema normali al punto che il proprietario dovette aumentarne l’offerta. Non più solo il lunedì ma film porno fino al giovedì, in singolar tenzone con pellicole come Rambo e Rocky, sacrificate fino alla fine degli anni '80 perché costi e ricavi alla mano, al proprietario non restava che investire nel porno.
Una qualità indiscutibile il cinema porno ce l'ha ed è quella di essere prevedibile. Uno entrava perché sapeva cosa trovava. Oppure non entrava, perché sapeva cosa trovava. La cosa sfuggì ad infatti ad un’allegra brigata di venditrici di batterie di cucina che stavano visionando la sala del cinema Moderno per noleggiarla per una futura promozione. Si erano trattenute in sala oltre il previsto, le piccole Vanna Marchi, e non avevano capito che la platea stesse scalpitato non per le loro pentole laminate in oro zecchino ma per le gole profonde di Moana. Sul più bello, quasi a tradimento, calarono le tenebre e ….zac (che non era la censura cattolica), Alice nel paese delle pornomeraviglie. Immaginerete i musi lunghi delle venditrici, costrette a lasciare la sala a viso basso. Si tirò avanti fino agli anni 90. A svuotare il cinema fu senza ombra di dubbio l’avvento del registratore e delle tivù private create in prima persona da Berlusconi. Con la chiusura del cinema Moderno gli habituè del lunedì si trasferiranno all’Odeon di Bitonto. E i giovani? Solo alcuni fecero sentire il proprio sdegno per tanta volgarità: presero di mira i muri del cinema Moderno, tingendolo di vernice. Ci scrissero: FILM PORNO OGNI GIORNO. Non c’era molto da sorridere.
ANGELO GUASTADISEGNI


 

 
Informazioni correlate

· Argomento: Amarcord
· Altri articoli di FrancescoC

Amarcord: l'articolo piu' letto
· Film porno ogni giorno

Amarcord: l'ultimo articolo
· AMARCORD GIOVINAZZESI

Pagina stampabile  Segnala questo articolo a...



Visitatore Re: Film porno ogni giorno








GRANDE ANGELO GUASTADISEGNI. SE NON CI FOSE LUI CI SENTIREMMO TUTTI UN PO' PIù POVERI.....
»14/5/2005 11:41

michele Re: Film porno ogni giorno

Poppante


Iscritto dal: 21/3/2005
Messaggi: 8
Da:


la saggezza di angelo guastadisehni è quella di sentirsi sempre giovani nonostante l'arterioschelorosi. un grande
»27/6/2005 9:30 Profilo

alessandra Re: Film porno ogni giorno

Veterano


Iscritto dal: 25/6/2005
Messaggi: 2432
Da:


.

[ Modificato da alessandra Attivo 24/1/2006 13:45 ]

--
"vivi e lascia vivere"...
»13/7/2005 0:32 Profilo

sergio Re: Film porno ogni giorno

Webmaster


Iscritto dal: 3/3/2005
Messaggi: 472
Da:


LEGGO E RILEGGO CON PIACERE GLI AMARCORD DI ANGELO GUASTADISEGNI.DEVO DIRE CHE "Film porno ogni giorno "è UNO DEI SERVIZI PIù RIUSCITI, NON PER QUESTO è AL PRIMO POSTO NELL'HIT PARADE.
CARO ANGELO, FORSE MOANA POZZI VIVRà IN ETERNO NEI CUORI ATTENTI DI TANTI ITALIANI CHE PERCEPIVANO I SUOI MIRACOLI.
LEGGETEVI Film porno ogni giorno DI ANGELO GUASTADISEGNI E VI VERRà VOGLIA DI DECELLULARIZZARE LA CITTà. DI RITUFFARSI NEI FANTASTICI ANNI 80 QUANDO SCOPRIVAMO LE TETTE DELLA FENECH DAL BUCO DELLA SERRATURA O ANDAVAMO AL BARBIERE PER SFOGLAIRE I PRIMI BLIZ, I PRIMI GIORNALI SCANDALISTICI. COM'ERA BELLO SENZA UNA LIRA, SENTIRSI POVERI POVERI FINGERE DI AVER TUTTO NON AVENDO NIENTE.
NATURALMENTE IO AL CINEMA MODERNO NON ANDAVO PERCHè ERO MINORENNE. ALMENO COSì MI EVITO IL LINCIAGGIO.

[ Modificato da sergio Attivo 27/9/2006 16:12 ]
»27/9/2006 15:05 Profilo

Angy Re: Film porno ogni giorno

Veterano


Iscritto dal: 26/9/2005
Messaggi: 728
Da: Giovinazzo


:hammer: _20 36_1_19.gif

--
;-) "Odi et Amo" ;-)
»27/9/2006 17:50 Profilo

venzo65 Re: Film porno ogni giorno

Veterano


Iscritto dal: 1/7/2006
Messaggi: 377
Da: giovinazzo


caro sergio come hai ragione. gli anni 80 erano molto più semplici da vivere...e ci si divertiva un casino con poco....molto poco...bastava la fantasia. mamma mia che nostalgia!!! :-( :-(

--
Le persone sagge parlano perchè hanno qualcosa da dire. Le persone sciocche perchè hanno da dire qualcosa.
»28/9/2006 7:58 Profilo