Torna alla HomePage
 Vetrine Dove Mangiare Dove Dormire Ascolta la Radio News Eventi Forum Chat Login Logout
La Città
Comune
Amministr.
Storia
Note Geogr.
Numeri Utili

Turismo
La Cattedrale
Visita guidata
Cartolina

Parrocchie

Associazioni
Ass. Vogatori

Emigranti
Gli Illustri
Articoli


Redazione

DIREZIONE:
Sergio Pisani

REDATTORI:
Agostino Picicco - Alessandra Tomarchio - Marianna La Forgia - Angelo Guastadisegni - Diego de Ceglia - Onofrio Altomare

CORRISPONDENTI ESTERI:
SYDNEY (Giuseppe Illuzzi) - NEY YORK (Rocco Stellacci)

STAMPE:
Edizioni Dedalo (Bari)

PROGETTO GRAFICO:
La Piazza di Giovinazzo editrice

GRAFICA PUBBLICITARIA:
Rovescio Grafica (tel. 080.972.28.80)

MARKETING:
Roberto Russo (3475743873)


Menu principale
Home Page
Articoli
invia
archivio
argomenti

Annunci
Album immagini
Invia
Le più viste
Le migliori

Calendario eventi
Aggiungi un evento

Dove Mangiare
Dove Dormire
Forum
+ recenti
+ letti
+ attivi

Fun Games
Iscritti
Siti Partner
Top Membri
Vetrine

La Piazza di Giovinazzo
<

ARCHIVIO GIORNALE 1

ARCHIVIO GIORNALE 2

Per contatti: lapiazza@giovinazzo.it - TEL. FAX 080.3328521



Geo Visitors Map


La fotogallery


Clicca per ingrandire la foto

E-Mail
Nome Casella: 
senza '@giovinazzo.it'
Password:
Attiva nuova casella

 
Amarcord : Mercedes Ambrus, la regina della notte
Inviato da Antonio il 14/7/2005 13:50:16 (16848 letture)

Illis temporibus. Forse qualcuno mi accuserà di frequentissime scivolate nella volgarità, di dar troppo spazio al voyeurismo in questa mia rubrica. Invero, non vi nascondo che non solo il mondo laico ma anche quello cattolico dà una scorsa ai miei amarcord. Qualcuna storce un po’ il naso: «Ma è vero Angelo cha alla Torretta ormai si denudano completamente?». «No, sorella mia, almeno gli slip sono rimasti ancora addosso. Sgambatisimi e trasparenti, ma ci sono». «Fortuna che i nostri bambini li portiamo altrove a mare».
Il tempo scivola sul crinale degli anni attraverso il cinema e la tivù. Questo mese, protagonista: lo spogliarello. Perché anche lo spogliarello è un fenomeno di costume di come eravamo ieri. Lo spogliarello ha lasciato tracce non solo nella storia del cinema ma anche nella nostra società, ha cambiato il senso del pudore. Come i costumi interi tigrati o a fiorellini da mare di una volta che la moda e i tempi hanno trasformato in fili interdentali o in monokini. Oggi, lo spogliarello non c’è più. Lo chiamano striptease. La differenza?

Nella parola italiana si nasconde qualcosa di più ruspante, casereccio oserei dire, forse grazie anche all'uso del vezzeggiativo. Un'atmosfera da localino fumoso in bassofondo urbano, tipico del cine-teatro Volturno di Roma (e non fate tutti i perbenisti dicendo che da turista o da lavoratore-trasfertista nella Città eterna, al Volturno, non ci siete mai stati). Insomma, lo spogliarello era una cosa fai da te, che nell’immaginario dello spettatore cinematografico veniva appena accennato sebbene offrisse quella carica erotica fortissima. Come quello di Rita Hayworth nei panni di Gilda, sensuale e innocente, che si sfila i guanti nella scena cult del film. Ed eravamo appena nel 1946. Qualche anno dopo, nel 1963, toccò a Sofia Loren aprire la strada dello spogliarello domestico dove il gioco delle parti con lui che guarda e lei che si spoglia sfiorò livelli lirici da cult, quando in un’altra scena famosa, impressa ormai nell’archivio indelebile della memoria collettiva, si sfila gli indumenti di fronte a Marcello Mastroianni. Era Ieri, oggi, domani, del grande Vittorio De Sica.
Vi ricordate quando metà anni ’70 si esibì davanti al sagrato di S. Domenico Minny Minoprio, parata come ragazza pon-pon? Quella sottana che copriva appena le mutandine e quel pallone colorato da circo furono più forti delle omelie dei preti.
Testa china, già penitente, c’era poi Don Filippo Roscini che negli anni ’80 non trovava pace durante le sue omelie nei confronti della pop-star americana Madonna: «Quella è una sporcacciona, una donna amorale. Offende il nome della Vergine».. Figurarsi se la pop-star si fosse spogliata!
Fin qui lo spogliarello. Lo striptease è tutt’altra cosa. Nell'espressione inglese, si cela un qualcosa di sofisticato, che richiama un sottile gioco di sensi e di veli, uno scoprirsi centimetro dopo centimetro che lascia l'attonito spettatore sospeso in un limbo di eccitazione e sana trasgressione, dove ragazze procaci offrono le loro grazie in modo raffinato e profondo ad un pubblico amante di sensazioni forti. E’ un pubblico stanco delle tribune politiche di Porta a Porta di Bruno Vespa. A Fassino o a Fini che non sanno spiegare come si arriva a fine mese in realtà, qualcuno antepone l’antipasto o subitamente i frutti dell’amore delle Regine della notte su Tele A, Tele Sveva, Telecapri senza passare per il primo o per il secondo piatto. Qui vengono trasmessi i fantastici striptease e i promo delle innumerevoli hot-line che reclamizzano le linee 899 (ex 144). Come è scritto a chiare lettere negli spot si tratta di telefoni erotici, quindi aspettatevi esibizioni degne di nota delle Regine della notte, le padrone assolute dell'hard zapping. La più gettonata attualmente è la biondona Mercedes Ambrus, autentica stacanovista del suo settore e di Tele A. Compare in tanti filmati diversi, sotto la doccia, in camera da letto, in piscina, in versione sexy, sempre senza veli. Il suo striptease dura quasi un’ora. Strano ma vero, le operazioni di svestimento sono così lunghe che qualche volta Mercedes Ambrus disorienta il popolo della notte esibendosi contemporaneamente su più emittenti. Addirittura Mercedes Ambrus invita i suoi fans a telefonare in diretta soddisfacendo la fantasia erotica del credulone di turno che non sa che forse la stessa Regina della notte a quell’ora preferisce dormire tra due guanciali anziché parlare dal vivo e spogliarsi a suo piacimento al costo di una telefonata di 1,55 euro al minuto + Iva. E’ perfettamente inutile cercare sull'elenco telefonico la pornostar Mercedes Ambrus al costo di una chiamata interurbana. Ahimé, come sono lontani gli anni del sexy-game Colpo grosso e delle ragazze Cin-cin!
ANGELO GUASTADISEGNI

 

 
Informazioni correlate